Sarde a Beccafico

Sarde a beccafico - la ricetta

Sarde a Beccafico – Le ricette di Terrarata.

Le sarde a beccafico sono un piatto tipico di tutta la Sicilia, buone sia come antipasto che secondo. I filetti delle sarde sono farciti con pangrattato, pinoli ed arancia, poi cotti in forno. Di origine popolare, nascono come imitazione di un piatto riservato all’ aristocrazia Siciliana, i beccafichi: volatili selvatici, ambito bottino delle battute di caccia dei Nobili.

LA RICETTA PER SEI PERSONE

Ingredienti:

  • Sarde 800 grammi
  • Pangrattato 250 grammi
  • Uva sultanina 80 grammi
  • Pinoli 80 grammi
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 arancia
  • Olio extravergine di Oliva
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • Prezzemolo q.b.
  • Alloro in abbondanza
  • Sale q.b.

Procedimento

Per iniziare mettiamo in ammollo l’uva sultanina poi passiamo alla pulizia del pesce. Desquamate le sarde, privatele della testa e delle interiora poi estraete delicatamente la spina dorsale, avendo cura di non separare i due filetti. Potreste proporre al pescivendolo di pulirle per voi, risparmierete un pò di tempo.

Tostate il pangrattato in una padella a fuoco lento per un paio di minuti, avendo cura di non bruciarlo. Versatelo in una ciotola con i pinoli, l’uva sultanina, lo zucchero, lo spicchio d’aglio ed il prezzemolo finemente tritati. Amalgamate il tutto con il succo dell’arancia e dell’olio extravergine.

Farcite i filetti delle sarde con la farcia ed arrotolateli fino ad ottenere degli “involtini”. Disponeteli in una teglia separati da foglie di alloro e qualche scorza di arancia. Bagnateli con qualche goccia ancora di succo ed olio extravergine di oliva.

Cuocete in forno a 180° per 13/15 minuti. Le nostre sarde a beccafico sono pronte.

Buon Appetito!!

Vi consigliamo di degustarle con la nostra Malvasia in Purezza  prodotta da Antica Tindari in ambienti da Viticoltura eroica.

Per chi soffre di intolleranze al glutine: date uno sguardo al  Pangrattato biologico Gluten Free!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *